Piccoli panettoni home-made

by Claudia Primavera
0 comment
Piccoli panettoni home-made

Sono le sette di mattina, ho davanti una tazzina di caffè fumante e una fettina di pandoro, in lontananza beby Giaguaro sta nuotando in televisione incitato dal piccolo di casa.

La sua propensione al dormire poco (del piccolo di casa non di baby Giaguaro) alcune volte mi irrita oltre dire (per usare un eufemismo) altre volte – come questa – mi permette di fare cose per le quali altrimenti non avrei tempo, come quella di scrivere questo post.

Il mio post di auguri per tutti voi, per le circa trenta persone che leggono sempre questo blog ed alle quali sono grata e voglio dire grazie per l’impegno che mettono nel seguire i miei vaneggiamenti e le mie ricette, alle quali voglio augurare del tempo rallentato pieno di qualità piuttosto che di quantità, passato guardando i bambini giocare e magari giocando con loro, a ridere con gli amici, a curarsi della famiglia e a fare quello che più ci piace fare con le persone che amiamo: io lo dedicherò alla famiglia, alla cucina, alla casa e al blog le cose che amo di più, per cui non vado “in vacanza” ma sicuramente prenderò una pausa dalle preoccupazioni che ultimamente hanno occupato gran parte della mia vita, nulla di irrimediabile ma che hanno richiesto la mia assoluta e pressochè totale attenzione.

Panettoncini fragole candite e marron glacè

Panettoncini fragole candite e marron glacè

Tanti auguri allora a tutti con questi “panettoncini” – le virgolette sono d’obbligo perchè non si tratta di impasto di panettone vero e proprio ma di un impasto diretto che “somiglia” come gusto (ed anche qui le virgolette sono d’obbligo) al panettone ma che sono comunque un’ottima idea regalo quando non si hanno tre giorni per preparare un impasto panettone vero e proprio. La ricetta l’ho presa nello speciale natale del SayGood Magazine delle amiche di SayGood ed è di Carmelita Tornello io l’ho leggermente modificata usando la mia pasta madre al posto del lievito di birra e un procedimento leggermente diverso in alcuni punti portatami dalla mia esperienza con grandi lievitati.

Per quel che riguarda gli ingredienti vi metto le dosi per 10 panettoncini da 100 g, io ho fatto tripla dose, ho poi diviso l’impasto in tre parti ed ho messo tre diversi tipi di sospensioni: tradizionale con canditi agli agrumi (mandarino ed arancia canditi da me) ed uvetta, amarene candite, pasta di mandorle tostate e gocce di cioccolata e fragole candite (anche queste da me) e marron glacè. 

Panettoncini agrumi canditi e uvetta

Panettoncini agrumi canditi e uvetta

MINI PANETTONI A IMPASTO DIRETTO

Ingredienti per 10 panettoncini da 100 g 

  • 200 g lievito madre rinfrescato e pronto per realizzare grandi lievitati (bagnetto + 3 rinfreschi a distanza di 3 ore uno dall’altro)
  • 450 g farina Panettone Mulino Quaglia (o una qualsiasi farina tecnica per panettoni)
  • 220 g latte tiepido
  • 2 tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 60 g di burro a temperatura ambiente
  • 40 g di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia homemade
  • 150 g di sospensioni

Procedimento:

  • Mettete il lievito madre a pezzi all’interno della ciotola della planetaria insieme al latte e cominciate a lavorare il tutto con il gancio a bassa velocità: il lievito madre comincerà a sciogliersi. 
  • Aggiungete quindi i due tuorli uno dopo l’altro, lo zucchero, il miele, il sale e l’estratto di vaniglia, non appena tutti gli ingredienti sono amalgamati versate la farina e impastate per almeno 5-10 minuti fino ad ottenere un impasto ben incordato ed omogeneo.
  • Aggiungete quindi il burro a fiocchetti e continuate a lavorare l’impasto con il gancio fino a quando il burro non è del tutto incorporato nella massa: avrete ottenuto a questo punto un impasto liscio ed omogeneo, molto elastico ed in grado di formare il cosidetto “velo” (si chiama velo la capacità dell’impasto di resistere alla rottura se allargato molto tra le dita).
  • A questo punto inserite le sospensioni che avete scelto e o continuate a impastare con il gancio ma lo stretto necessario affinchè le sospensioni siano incorporate (se lo lavorate troppo l’impasto potrebbe stracciarsi), oppure le incorporate a mano.
  • Rovesciate l’impasto dalla ciotola della planetaria  su un piano NON infarinato, allargatelo e lasciatelo puntare per una mezz’ora.
  • Trascorso questo tempo dividete l’impasto in 10 parti, pirlatelo aiutandovi con una spatola e facendo in modo che la parte della “pelle” (cioè quella che è stata a contatto con l’aria durante il periodo di puntatura) sia sempre sopra e formate 10 palline che andrete a deporre nei pirottini da 100 g che avrete predisposto su una teglia da forno.
  • Prima di depositare le palline di impasto nei pirottini ricordate di dare una “strizzata” alla base della pallina con la mano.
  • Una volta messe tutte le palline d’impasto nei pirottini ponetele a lievitare a 30° C (o in forno con la luce accesa o in forno dotato di funzione lievitazione o in apposita camera di lievitazione).
  • Il tempo di lievitazione dipende essenzialmente dalla forza del lievito, i panettoncini saranno pronti per essere messi in forno quando la punta della cupola sarà in linea con il bordo del pirottino.
  • A questo punto preriscaldate il forno (quindi se li avete messi a lievitare in forno dovete ovviamente toglierli) – funzione statica 130° C.
  • Non appena il forno è arrivato a temperatura, inserite i panettoncini e lasciate che la cupola “esploda” (in media ci vogliono una ventina di minuti). Non appena passati i primi 20 minuti alzate la temperatura di 10° C ogni 10′ minuti fino a quando i panettoncini saranno arrivati a 92° C al cuore. A quel punto saranno pronti per essere tolti dal forno.
  • A differenza dei panettoni più grandi questi non necessitano di essere messi a raffreddare capovolti.

Panettoncini amarene candite, pasta di mandorle tostate e gocce di cioccolato

(Visited 9 times, 1 visits today)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.