Quiche radicchio tardivo, scalogni e gorgonzola
Ingredienti
Per la pasta brisèe
  • 250g farina 00
  • 150g burrotagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
  • 1cucchiaino sale
  • 1pizzico zucchero
  • 1 uovo
  • 1cucchiaio latte freddo
Per il ripieno
  • 2cespi radicchio tardivo
  • 250g scalogni
  • 100g gorgonzola
  • 1 uovo
  • 3 tuorli
  • 300ml panna fresca
  • sale
  • pepe
  • burro
  • 2/3rametti timo fresco
  • 1/2bicchiere vino bianco
Istruzioni
Per la pasta brisèe
  1. Versate la farina sul piano da lavoro, mettete al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita.
  2. Incorporate piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto fino a che non assume una consistenza grumosa.
  3. Aggiungete il latte e incorporatelo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia a stare insieme.
  4. Spingete lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio.
  5. Formate una palla, avvolgetela in pellicola per alimenti e mettetela in frigo fino all’uso.
Per la cottura “in bianco”
  1. Stendete la pasta con il matterello su un piano infarinato fino ad ottenere dimensioni e forma desiderate: nel mio caso si trattava di una circonferenza, quindi ho steso la pasta in un cerchio di circa 7-8 cm più grande dello stampo in cui doveva cuocere. Sollevate poi la pasta con il mattarello e srotolatela sullo stampo imburrato e infarinato.
  2. Fatela aderire bene allo stampo con l’aiuto dei polpastrelli e poi con un coltello o con lo stesso matterello rifilate la pasta in eccesso.
  3. Fate riposare in frigorifero per circa mezz’ora perché non crepi durante la cottura.
  4. Passato il tempo di riposo in frigorifero, bucherellate la pasta con i rebbi di una forchetta per far fuoriuscire l’aria, rivestitela con carta forno e riempitela con uno strato di pesi (io ho usato le mie sfere in ceramica, ma vanno benissimo legumi secchi) in modo che in cottura l’impasto non si gonfi in modo non omogeneo.
  5. Cuocete “in bianco” nel forno preriscaldato a 180° per 20 minuti, poi togliete pesi e carta e rimettete in forno perché la pasta si asciughi e colori per altri 5 minuti.
Per il ripieno
  1. Mentre la pasta brisèe cuoce preparate il ripieno, prendete i due cespi di radicchio rosso tardivo, lavateli, puliteli, tagliateli in quarti e teneteli da parte.
  2. In una padella cuocete gli scalogni con il burro e il timo fresco, aggiustate di sale e di pepe e lasciate stufare per cinque minuti. Sfumate con il vino bianco, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per dieci minuti.
  3. Unite il radicchio tardivo agli scalogni, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere fino a quando il radicchio non risulta cotto ma ancora croccante.
  4. Preparate l’appareil unendo in una ciotola l’uovo, i tuorli e la panna. Mescolate, aggiustate di sale e pepe.
  5. Distribuite sul guscio il composto di radicchio e scalogno, distribuitevi sopra il gorgonzola a pezzetti e completate versandovi sopra l’appareil. Infornate per circa 15 minuti in forno già caldo (180°C).
  6. Sformate la quiche su una griglia, trasferite su un piatto da portata e servite.