“Bavarese lievitata” con vignarola per Contro-Recake 2.0

by lapagnottainnamorata
2 comments
“Bavarese lievitata” con vignarola per Contro-Recake 2.0

Questo mese, noi admin del gruppo più figo del web (parimerito con MTC, lo concedo :D), abbiamo avuto anche noi la nostra sfida

Ma andiamo con ordine: abbiamo “compiuto” un anno; ebbene si:) è già passato un anno da quando ci siamo lanciate con entusiasmo in questa nuova avventura, e rubando le parole e i concetti alla mia socia Giulia del blog Pepper’s Matter (ma solo perchè sono anche i miei) ci siamo ritrovate in breve tempo a condividere non solo la scelta dei dolci (e non) da sottoporre ogni volta alla community, ma anche racconti di vita quotidiani, gioie e dolori, e da parte mia, davvero oggi non ricordo com’era la vita prima delle nostre chiacchierate su whats app 🙂

Per festeggiare questo anniversario abbiamo deciso di lasciare alla community stessa l’onere (ma credo anche un pò il piacere) di diventare per un mese un pò admin anche loro.…si sono messi al lavoro ed hanno estratto dal cappello a cilindro della loro creatività questa magnifica “Bavarese Lievitata“….la bavarese lievitata in realtà è stato un omaggio a due di noi, Carla e Ileana che quando erano nelle file (anzi direi capeggiavano) il gruppo Investighescion la richiedevano a gran voce 🙂

IMG_2798flickr

In realtà la bavarese lievitata altro non è che la Brioche con le Mele di Sabrine d’Aubergine del blog Fragole a Merenda: quindi la nostra community ha adattato la brioche per regalarci quella bavarese lievitata che tanto avevamo agognato 🙂

Passiamo ora alle modifiche che potevamo attuare: in soldoni potevamo variare solo la verdura – sono stati un pò cattivelli gli admin della controrecake, hanno lasciato veramente poco spazio alla nostra immaginazione. Allora ho approfittato del fatto che, grazie a questo inverno insolitamente mite e a questo inizio a dir poco precoce di primavera, nei banchi dei mercati si cominciavano a vedere le prime fave e i primi piselli (mentre i carciofi erano già presenti da tempo) per preparare la vignarola romana e metterla sulla mia controrecake come tributo alla primavera:)

Si tratta di un piatto romano che si realizza in quelle poche settimane in cui i suoi ingredienti principali: fave, carciofi e piselli sono contemporaneamente di stagione. Il nome deriverebbe dal fatto che le piante in questione venivano seminate tra i filari delle vigne per nutrire il terreno. La ricetta che ho preso è quella del Cucchiaio d’Argento, con qualche mia piccolissima modifica (uso del cipollotto fresco e del guanciale invece di cipolle e pancetta e uso dei pisellini primavera invece di quelli freschi per una questione di gusti).

_MG_9483flickr

“BAVARESE LIEVITATA” CON VIGNAROLA

Ingredienti per una tortiera da 20 cm:

per la brioche:

  • 150 g farina 00
  • 100 g farina Manitoba
  • 100 ml latte
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco
  • 2 tuorli
  • 60 g burro (40 g + 20 g per il piano da lavoro)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • pepe

per il ripieno:

  • 70 g pecorino
  • 150 g ricotta di pecora
  • 50 g philadelphia
  • 4 carciofi
  • 250 g fave sgusciate
  • 250 g pisellini primavera
  • 2 cipollati freschi
  • mentuccia romana
  • vino bianco
  • 200 g guanciale
  • olio extravergine di oliva

Procedimento:

  • Per prima cosa prepariamo la pasta: mettere le farina in una grossa ciotola, mescolate bene con una frusta a mano e fare un incavo al centro. Fate sciogliere il miele nel latte tiepido e rovesciatelo nell’incavo senza farlo fuoriuscire dai bordi.
  • Sbriciolatevi il lievito, mescolate appena con una forchetta, coprire con pellicola per alimenti e lasciare riposare per una ventina di minuti.
  • Nel frattempo fondete 40 g di burro.
  • Sbattete leggermente i tuorli con il burro fuso e freddo ed aggiungetelo nella ciotola con le farine. Aggiungete sale e pepe, lavorate con il cucchiaio fino a che l’impasto non sta insieme, poi rovesciatelo sul piano di lavoro.
  • Ungetevi le mani di burro, afferrate l’impasto con una mano, sbattetelo sul piano di lavoro e ripiegatelo per 150-200 volte.
  • Quando avrete terminato, rimettete la palla d’impasto in una ciotola pulita unta di burro, sigillatela con la pellicola per alimenti e fatela lievitare fino a che non raddoppia di volume (ci vorrà circa un’ora).
  • Mentre la pasta lievita preparate la vignarola: pulite i carciofi eliminandone le foglie più dure fino ad arrivare a quelle tenere e chiare e tagliando orizzontalmente la punta; tagliare in quarti i carciofi ed eliminare l’eventuale “barbetta”, poi tagliare ogni quarto in 2 o 3 spicchi (dipende dalle dimensioni dei carciofi) e lasciarli riposare in acqua fredda con succo di limone per evitare che anneriscano fino a che non saranno tutti puliti. 
  • Sgusciate le fave.
  • In una grossa padella scaldare un filo d’olio e quando sarà ben caldo aggiungere il guanciale: farlo dorare ben bene fino a che non risulta bello croccante (se c’è grasso in eccesso eliminarlo), a quel punto unite la cipolla tagliata a fettine sottili e sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco.
  • Quando la cipolla sarà diventata tenera e trasparente aggiungere le fettine di carciofi scolate dall’acqua acidulata e far cuocere a fuoco medio-basso per circa 10 minuti.
  • Aggiungere poi le fave e i pisellini (io a differenza della ricetta originale uso i pisolini primavera perché sono i soli che mi piacciono, quindi ho aggiunto insieme fave e piselli, se usate piselli freschi aggiungete prima le fave e dopo qualche minuto i piselli).
  • Far cuocere per circa 15-20 minuti, aggiungendo acqua calda se necessario.
  • Regolare di sale e pepe a fine cottura e tenere da parte.
  • Preparare anche la farcia: mescolare insieme pecorino, ricotta e philadelphia.
  • Quando l’impasto è pronto , accendete il forno a 200°C e preparate uno stampo col fondo amovibile: foderate il fondo dello stampo con carta forno e imburratene le pareti.
  • Rovesciate l’impasto sul piano, sgonfiatelo con la mano e poi stendetelo delicatamente con il matterello in una sfoglia di circa 1 cm di spessore che ricopra fondo e parte dei bordi della teglia. 
  • Trasferite la sfoglia nello stampo e farcitela con il composto di formaggi, aggiungete poi la vignarola e ripiegate i lembi della pasta verso l’interno. Lasciate lievitare per 15-20 minuti e infornate per  30-40 minuti.
  • A cottura ultimata, fate raffreddare nello stampo per 15-20 minuti poi sformare la “bavarese lievitata” 🙂

 Questa la locandina che gli admin del gruppo Contro-Recake  – AlessandraAndreaChiaraDanielaGaiaMarina – hanno creato per noi!!

controrecake

 _MG_9475flickr

(Visited 28 times, 1 visits today)

2 comments

Alessandra 1 aprile 2016 - 11:07

Claudia, che meraviglia! Sai che anche io avrei voluto farla con la vignarola? Ma ancora i piselli non si trovavano, quindi ho dovuto rinunciarci 😀
Hai ragione, ci siamo divertiti questo mese a stare un po’ “nei vostri panni”. Anzi, ci avevamo proprio preso gusto 😉
Grazie per tutto quello che fate, essere admin di un gruppo così grande non è facile, ma voi siete bravissime, perché siete riuscite finora a mantenere intatto lo spirito di Re-Cake <3 <3

Ale

Reply
lapagnottainnamorata 1 aprile 2016 - 18:37

Grazie Alessandra:) in effetti io ho aspettato di vedere le prime fave e i primi piselli sui banchi dei mercati (anche se poi per una questione di gusto ho usato i pisellini primavera perché rimangono più teneri :D)….felice che vi sia piaciuto stare nei nostri panni…chissà che non si replichi prima o poi ……. 😀

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.